Floridita, 1949 – i racconti del lunedì 41

Posted on Posted in racconto del lunedì, Uncategorized

«Lo trova al Floridita a quest’ora.»
«Grazie,» Richard Flores allunga una banconota da 10 CUC al barista dell’Ambos Mundos Hotel.
«Lei è un fan?»
«Giornalista, vorrei intervistarlo,» scende dallo sgabello al bancone. «Cioè, sì, sono anche un suo fan.»
Richard Flores raccoglie il suo panama dal bancone ed esce in strada. Prende a sinistra, attraversa tutto il calle Obispo fino in fondo e arriva davanti al Floridita. Cinque tassisti gli vanno incontro ma lui spiega che sta per entrare, non per andare via. Insistono che chiami uno di loro quando se ne andrà.
Entra al Floridita e ordina un daiquiri al bancone. Il cameriere in livrea, senza confermare di avere sentito, trita il ghiaccio.
«Senta, sa dove posso trovare…» cerca di richiamare l’attenzione del barista ma quello alza solo gli occhi e gli indica un uomo seduto per terra con la schiena contro il muro. Sta dormendo con la testa che gli pende sulla spalla destra. E sovrappeso ma non troppo grasso, con una barba bianca.
«Questo?» dice Richard Flores al barista che annuisce e gli serve il daiquiri davanti. «Questo è il grande Hemingway?»

The World’s “Greatest Bars” from Esquire, 1959

Leave a Reply